Twitter potrebbe introdurre una funzione per contrassegnare le ‘fake news’

La mossa vedrebbe Twitter seguire l’esempio di Facebook, che l’anno scorso ha introdotto un modo per gli utenti di segnalare storie ritenute false o inesatte.

Twitter sta prendendo in considerazione l’introduzione di una caratteristica che permetterebbe agli utenti di contrassegnare tweet che sono falsi o imprecisi, nel tentativo di combattere la diffusione della disinformazione sulla piattaforma.

La nuova funzionalità, riportata dal Washington Post, consentirebbe agli utenti di Twitter di segnalare un post come fuorviante, allo stesso modo in cui possono segnalare singoli tweets come spam, abusivi o dannosi.

La mossa avrebbe preso spunto da Facebook, che ha introdotto un modo per gli utenti di segnalare “novità false” nel dicembre dello scorso anno. Questo strumento consente agli utenti degli Stati Uniti del sito di segnalare “notizie false o ingannevoli” ai moderatori del sito. Nel Regno Unito, tuttavia, la stessa opzione consente solo agli utenti di bloccare o inviare il messaggio, senza offrire alcun modo per portare i post all’attenzione degli amministratori.

Non è chiaro che cosa fare Twitter con le informazioni raccolte da tali rapporti. Secondo il Washington Post, una delle ragioni per cui gli sforzi della società nell’area sono progrediti lentamente, e perché non è ancora certo se la funzionalità sarà completamente integrata, è perché Twitter è preoccupato che la nuova funzione di segnalazione potrebbe essere utilizzato per “sconfiggere il sistema”.

Altri strumenti di reporting sono stati finiti per essere abusati in questo modo, in quanto gli utenti individuali hanno trovato i loro account sospesi dopo che le campagne organizzate hanno portato a centinaia di rapporti di comportamento “abusivo” in un breve lasso di tempo.

E se Twitter evita quella trappola, corre ancora il rischio di essere accusato di polarizzazione politica in cui le storie che elimina. Facebook è caduto in preda a tali accuse quando si è rivelato che una caratteristica umana-curata di “tendenza” si basava su un elenco di fonti di notizie affidabili che i rightwingers americani percepivano come sinistra: la risposta del network sociale è stata quella di sparare tutti i curatori umani.

In questi giorni, Facebook è partner con organizzazioni indipendenti di controllo dei fatti negli Stati Uniti nel tentativo di evitare di essere accusati di parzialità in storie che ritiene false o inesatte.

In una serie di relazioni sulle elezioni di nove paesi, i ricercatori dell’Università di Oxford hanno scoperto che sia Facebook che Twitter sono stati utilizzati per manipolare l’opinione pubblica, con “notizie spazzature” diffuse su entrambe le piattaforme.

Rispondi